0 00 2 minuti 5 mesi 227

MADDALONI- Un fetore insopportabile di urina. Una sporcizia incompatibile con il decoro di un ufficio pubblico e con una struttura quotidianamente frequentata de decine di persone. Ancora bivacchi, presenze e frequentazioni notturne e le scale della casa comunale, come accade da anni, ancora utilizzate come urinatoio di fortuna grazie alle rientranze che favoriscono la discrezione. Superati tutti i limiti della sopportazione. E così, questa mattina, sono cominciati i lavori di posa in opera del cancello che chiude l’accesso alle scale esterne della casa comunale temporanea di via san Francesco d’Assisi. Fine dei bivacchi notturni e dell’emergenza sanitaria. Il problema della sicurezza notturna degli spazi urbani non cambia. Perché il problema del degrado e dello sbrago serale si registra anche in centro, lungo le aiuole (trasformate in pattumiere) e lunghe le panchine che, soprattutto di sabato sera, vengono sommerse da cumuli di rifiuti e soprattutto resti di banchetti all’area aperta, nonchè bottiglie e contenitori di tutti i tipi.